IL FONDATORE DEL KRAV MAGA

 

IL Krav Maga 

fu creato agli inizi degli anni quaranta (1940-1944) grazie al decisivo contributo di Imrich Sde Or Lichtenfeld (Imi Lichtenfeld). Imi nacque a Budapest (Ungheria) nel 1910. Crebbe a Bratislava (Slovacchia) in una famiglia in cui sport, osservanza della legge e cultura umanistica godevano dello stesso rispetto. Il padre di Imi, Samuel Lichtenfeld (istruttore di difesa personale del dipartimento di polizia), gli insegnò tutto ciò che sapeva sulle arti del combattimento. Nel 1928 Imi vinse il campionato del mondo di lotta nella categoria giovanile, nel 1929 fu campione del mondo categoria adulti e successivamente campione nazionale di pugilato. Dal1930 le qualità di Imi vennero messe alla prova nelle strade di Bratislava dalle bande naziste che ormai imperavano. Imi si fece molti nemici tra le autorità locali tanto che negli anni '40 dovette lasciare la città e trasferirsi in Palestina (futuro Stato d'Israele). Lì Imi entrò nell'Hagana (organizzazione paramilitare ebraica) e combatté per l'indipendenza di Israele.

 

Samuel Lichtenfeld, il padre del fondatore.

Il padre di Imi, Samuel Lichtenfeld fu senza dubbio una figura straordinaria. A tredici Samuel anni era entrato a far parte di un circo e per i venti anni successivi praticò la lotta e il sollevamento pesi. Incontrò praticanti di vari sport da cui attinse anche nozioni di combattimento e autodifesa. Lasciato il circo, Samuel si trasferì a Bratislava (Presporok) ed aprì il primo club di atletica pesante che chiamò "Ercole". Successivamente entrò a far parte del dipartimento di polizia, raggiungendo il grado di Investigatore Capo. Durante gli anni di servizio, divenne famoso come l'ufficiale che aveva catturato il maggior numero di assassini e criminali violenti. Mentre svolgeva il lavoro di Detective, Samuel addestrò i suoi uomini all'autodifesa e alle tecniche per sopraffare gli aggressori violenti. Le sue tecniche erano fortemente stilizzate, probabilmente non particolarmente efficaci, ma si adattavano bene al periodo e al contesto dell'epoca. Il figlio "Imi" ricevette dal padre una formazione in diversi settori dell’educazione fisica e degli sport, prese parte all’addestramento del gruppo di detective a cui Samuel faceva regolarmente lezione. Con l’incoraggiamento del padre, cominciò a praticare una grande quantità di sport. All’inizio si distinse nel nuoto e successivamente nella ginnastica, nella lotta e nel pugilato.

 

Imi Sde- Or Lichtenfeld

Nel nel 1929 vinse il Campionato Slovacco di lotta e nello stesso anno, vinse il campionato nazionale di pugilato ed un campionato internazionale di ginnastica. Durante il decennio seguente, Imi si concentrò principalmente sulla lotta, sia in veste di atleta che di allenatore. Anno dopo anno vinse il campionato slovacco nella sua classe di peso e fu uno dei punti di forza della squadra nazionale. Fino al 1939, Imi partecipò a numerosi incontri internazionali, vincendo un gran numero di premi e medaglie. Imi era considerato uno dei più bravi lottatori europei. Verso la metà degli anni ’30 la situazione a Bratislava cominciò a cambiare. Fecero la loro comparsa gruppi nazisti ed antisemiti, con lo scopo nuocere alle comunità ebraiche della città. Imi divenne il leader di un gruppo di giovani ebrei, la maggior parte dei quali aveva già esperienza nel campo del pugilato, della lotta e del sollevamento pesi. Questo gruppo di atleti cercò di bloccare le squadre antisemite che entravano nel quartiere ebraico per provocare distruzione e caos. Così, tra il 1936 ed il 1940, Imi prese parte ad un gran numero di scontri violenti e di piazza con gli aggressori, sia da solo che con il suo gruppo. Si trovarono spesso a fronteggiare folle inferocite, formate da centinaia di persone, che cercavano di penetrare nel quartiere ebraico. Benché non sia possibile descrivere gli innumerevoli incidenti occorsi in quel periodo, è sufficiente dire che essi servirono a forgiare la mente ed il corpo di Imi, trasformandolo in un combattente determinato ed efficace, specializzato nel corpo a corpo. Furono questi eventi che fecero germogliare in lui l’idea del sistema di autodifesa a cui diede origine, che negli anni a seguire prese il nome di  Krav Maga.